LIONS ELECTRONIC CANE

Le modalità della Formazione BEL

Le modalità della formazione BEL  
La formazione all'uso corretto del BEL viene erogata da Istruttori di Orientamento e Mobilità (O&M) che abbiano frequentato, a loro volta, un apposito periodo di istruzione. Attualmente, in Italia, ne esistono 2, ma altri saranno a breve disponibili. E' opportuno quindi prenotarli con un ampio anticipo (almeno 2 mesi) e concordare la loro remunerazione forfettaria e, se il luog o della formazione è lontano dalla loro residenza, anche un rimborso delle spese di viaggio, il vitto e, se reso necessario dalla distanza, anche l'alloggio. Per ottimizzare i tempi (ed i relativi costi) dei loro spostamenti, la cosa migliore è di organizzare la formazione contemporanea di 4 (oppure anche 3) persone non vedenti, che abbiano preventivamente superato un apposito  TEST sul corretto uso, già acquisito, del bastone bianco tradizionale. Il corso è strettamente individuale e, per ciascuna persona non vedente, dura in genere 20 ore (2 ore al giorno, durante i 5 giorni di due settimane, separate la prima dalla seconda, da almeno 1 o 2 mesi). Lo schema sotto riportato ci aiuta a comprendere meglio l'organizzazione dei tempi, e quindi anche la struttura dei costi. La distribuzione della formazione di 3 o 4 NV, nelle 2 settimane
 La distribuzione della formazione di 3 o 4 NV, nelle 2 settimane
Nell'immagine seguente è invece spiegata la distribuzione dei tempi della formazione, in ciascuna delle 10 giornate, per ognuna delle persone formate. Ogni modulo di 2 ore è suddiviso in due parti:
  • La prima, di circa un'ora e tre quarti, è la formazione pratica vera e propria, ossia i percorsi, a difficoltà crescente, che l'Istruttore fa eseguire a ciascun non vedente
  • La seconda, di circa 15 minuti, è invece costituita da una conversazione fra Istruttore e non vedente, durante la quale si consolidano le capacità acquisite, si riflette sulle difficoltà eventualmente riscontrate, facilitando la memorizzazione degli insegnamenti ricevuti da parte dell'allievo e rinforzando, se opportuno, la sua motivazione a proseguire.
Slides che illustra la distribuzione della formazione, in una giornata tipo
 
 
Non si deve infatti mai dimenticare che l'impegno richiesto è elevato.
Alla fine della prima settimana, se tutto procede correttamente, ogni persona in formazione riceve la sua apparecchiatura, che si impegna ad usare quotidianamente in autoformazione, esercitandosi per tutto il periodo (uno o due mesi) che lo separa dalla seconda settimana. In essa si verificano i progressi conseguiti, si insegnano modalità di utilizzo più complesse, si fanno percorrere tragitti anche con notevoli difficoltà, come ad esempio centri commerciali e mercati o si correggono difetti e cattive abitudini acquisite durante il periodo di autoformazione.